Dalla duna 45 a Sesriem Canyon

…..Arrivati in cima ci appare a perdita d’occhio un mare di altissime dune di tutte le forme e dalle mille sfumature che vanno dal rosa pallido al rosso mattone , il silenzio è totale solo il rumore del vento e di un piccolo aereo da turismo che scompare all’orizzonte.
L’azzurro del cielo è così deciso da creare un contrasto che definisce graficamente i contorni delle dune.
Io e Roberto siamo soli, sospesi in questa atmosfera che nette quasi paura tento è forte e terribilmente affascinante.
Dopo essere stati un bel poco a rimirare, coscienti del fatto che probabilmente non torneremo mai in questo luogo, iniziamo la discesa ma un serpente ci sbarra la strada. Da provetti cittadini non sappiamo come fronteggiare la situazione, Roberto si avvicina per scattare qualche foto e dice che non è velenoso, ha fatto tesore delle lezioni di erpetologia prese in Costa Rica.
Sara! Ma io non mi fido mica tanto….proviamo a spaventarlo e allora si che il nostro amico si mette sulla difensiva ma poi dopo, pieno di commiserazione nei nostri confronti, se ne va tranquillamente.
Riprendiamo la strada verso Soussusvei ed arriviamo al parcheggia 4×4 cioè il posto dove chi non ha un fuoristrada è obbligato a fermarsi e proseguire a piedi o utilizzando dei servizi navetta.
Da qui a Soussusvlei Pan ci sono 5Km di pista di sabbia molle. Roberto è stanco e pure io e considerando che sono circa mezzogiorno preferiamo lasciare la macchina e farci scarrozzare.
Arriviamo all’Oasi che è un vasto pan piatto e candido di fango essiccato e percorso da infinite crepe, molto raramente durante la stagione delle piogge diventa una pozza d’acqua. Questa tonda depressione abbagliante è circondata da imponenti dune arancioni, da cespugli spinosi e da rarissimi alberelli che creano una provvidenziale ombra per orici, spingbok, orici e gazzelle..
Questi elementi danno vita ad un paesaggio talmente irreale da sembrare frutto della fantasia.
Mentre alcuni turisti scalano le dune più alte, c’è una famiglia di tedeschi che come noi è alla scoperta dell’oasi. I due bambini di 3/4 anni scalzi e senza nemmeno un cappellino scorrazzano sul pan in mezzo agli sterpi e ad eventuali rettili e insetti.
Io mi sono chiesta: va bene che noi italiani non porteremmo mai dei bambini in mezzo al deserto namibiano a 50° ma c’è qualcosa di esagerato in noi attrezzati con cappello, scarpa da trekking e scorta d’acqua o in loro che sembrano nel giardino di casa?
Siamo entusiasti, non dimenticheremo mai le dune del Namib, un luogo che rapisce per la sua bellezza ma che può annichilire, dipende da come lo si incontra.
Già con la nostalgia torniamo indietro e visitiamo il Sesriem Canyon. Bello, davvero, merita la visita ma magari non alle tre del pomeriggio come abbiamo fatto noi sciagurati.
Il fondo del canyon è sabbioso, intervallato da ghiaioni e zone di grossi ciottoli tondi. Alcuni alberi sono cresciuti sul letto del fiume ormai secco. Una parte del canyon strettissima e ombrosa conduce ad una piccola pozza d’acqua perenne , in questo punto è freschissimo e le pareti rosate portano i segni dei vari livelli d’acqua raggiunti nei millenni.
Torniamo al Betesda Lodge abbastanza presto e notiamo solo ora che sul comodino ci sono i Salmi e il Nuovo Testamento e sulle etichette delle bottiglie d’acqua è stampata una croce. Che sia un luogo di ritiro spirituale?
Dopocena mi riempio gli occhi con il cielo australe che non finisce mai di emozionarmi e alle 21,30 tutti a nanna. Oggi: una giornata unica!

continua…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in WONDERFUL AFRICA - OTTOBRE 2007. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...